Un po di storia


IMG_92151_FotorQuante volte avete pensato: ma l’Orgoglio infondo da dove viene? In quanti si saranno chiesti; Ma cosa significa questo “Solo Per San Paolino”? Bhè, noi proviamo a raccontarvelo in poche righe!

L’Orgoglio Nolano non nasce in un nano secondo! Eravamo all’inizio dei semplici amici, si esatto, semplici amici! Ognuno di noi idolatrava  per una paranza diversa,  noi che a Giugno però ,anche  se con colori diversi, finivamo per ritrovarci sempre assieme! Fu così che decidemmo di affiancare gli amici della Associazione Innamorati per la Festa! Da qui incominciammo a coltivare il nostro sogno: Fare e Dare qualcosa a questa Festa! Cominciammo con l’organizzare i comitati per il Sabato sera;  il primo, indimenticabile per noi, fu nel lontano 2007. La parsimonia del nostro amico Gennaro, figlio dell’allora maestro di Festa del Beccaio, ci diede quella carica giusta e convinzione di poter, senza dubbio, entrare a pieno titolo nel “reparto” organizzativo! Infatti nel 2008 eravamo di nuovo lì, in prima linea, come organizzatori; questa volta fu per il giglio dell’Ortolano! Le cronache purtroppo di quegli anni raccontano di problematiche nella sera dei comitati, perlopiù di natura meteorologica! Sfortuna…ma ci può stare! Sempre in quest’anno nasce il nostro nome: ORGOGLIO NOLANO! Scelto di comune accordo,  fu ed è  per noi il mentore per amare la Festa da una prospettiva, che alcuni pensano sia scontata, come quella della TRADIZIONE e della FEDE!

13237688_1712674232322407_1721259461678020526_nNel 2009 fummo ancora organizzatori per il comitato del giglio del Sarto (maestri di Festa Avv. Vitale&Figli). In questa’anno la nostra collaborazione si estese anche agli amici del Serafino’s Club. La particolarità di questa’anno è che organizzammo anche il Venerdì delle cene, il primo per noi! Nel 2011 raggiungemmo l’apice con l’ennesimo comitato organizzato per il giglio del’Ortolano, maestri di Festa Famiglia Iorio.

Il 2012 concretizzammo la nostra più grande gioia; diventammo maestri di Festa del Giglio del Bettoliere, eh proprio con il nostro nome; ORGOGLIO NOLANO&AMANTI DELLA FESTA!! In quest’anno però, segnato anche da uno dei più brutti episodi di sempre per la FESTA, decidemmo di fare qualcosa di davvero incredibile! Eravamo lì seduti, come piace dire a noi, “ngopp a tavola e ponte”, del nostro giglio; discutendo del più e del meno un nostro amico esordì dicendo –“L’anno prossimo voglio la Barca!”– immediata fu la risposta di Luca –” Se voi fate la BARCA, io vi faccio la PARANZA!”. Fu così che in un giorno di Luglio arrivò una chiamata; erano i nostri amici che ci annunciavano che l’anno prossimo avremmo noi trasportato il SIMBOLO di NOLA! L’entusiasmo andò alle stelle, ci furono giri e giri di chiamate, ci organizzammo per vederci una prima ed una seconda volta a distanza di pochi mesi! Fu in una di queste riunioni che in voto unanime fu deciso di nominare Luca Iorio Capo Paranza; eravamo  al 9 Settembre 2012! A  distanza di anni, memorabili, oggi Luca ci confida –” Io non mi vedo capo paranza ma mi sento un responsabile! Il mio gruppo, perchè così è per me… loro sì che sono il vero Capo Paranza!” -“San Paolino mi ha scelto ed io ne sono Orgoglioso!-ancor più vibrante è la motivazione del Solo per San Paolino” Io credo che la Festa non debba presentarsi come un mero fatto di gareggiare, anche perchè gareggiare significa porre dei paletti, significa parametrizzarsi a qualcosa che qui non c’è! Noi possiamo e dobbiamo vivere le emozioni spontaneamente, dobbiamo piangere o gioire semplicemente senza avere il peso della competizione….Noi dobbiamo vedere sempre il bello in quello che facciamo ,e lo possiamo ricercare sempre nella Fede, nella Passione e nel Divertimentoquesti pilastri sorreggono il nostro SOLO PER SAN PAOLINO!”

Quante volte ci avranno recitato: “scripta manent verba volant”….forse tante! Ma noi siamo sicuri ,e 13227517_1713721102217720_7257197864253899635_oquesti quattro anni ne sono la dimostrazione più concreta,  che anche le parole RESTANO! Le promesse fatte in quel Giugno freddo del 2012 sono state tutte mantenute ed onorate, e se ci pensate iniziammo il nostro percorso proprio con il “verba” le parole…! Eh se non sono ancora volate via è perchè siamo liberi di non badare alle “prestazioni”, nella sua accezione più generale, siamo liberi di vivere la Festa un pò…come si potrebbe dire?! Alla De Sica … a Pane Amore e Orgoglio!

Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.